Collezioni digitali

251 risultati trovati |

Biblioteca universitaria - Napoli

I Carteggi consentono di conoscere ed approfondire l'opera di Vittorio Imbriani. Le missive sono vergate da illustri corrispondenti – tra i quali Antonio e Raffaele Casetti, Bertrando Spaventa, Edmondo De Amicis, Giosuè Carducci - eruditi, uomini di lettere, critici, giornalisti, artisti, politici e storici, infine da amici e conoscenti. Costituiscono una parte rilevante ed interessante del prezioso “Legato Imbriani”, posseduto in eredità dalla Biblioteca Universitaria di Napoli.

Biblioteca universitaria - Pisa

Ampio carteggio di Michele Ferrucci, docente dell’ateneo pisano e direttore della Biblioteca universitaria per oltre un trentennio, e di sua moglie Caterina Franceschi di cui fanno parte lettere autografe di illustri politici e letterati.

Biblioteca universitaria - Genova

Il Carteggio del matematico Placido Tardy, professore universitario e attivista politico risorgimentale, con prestigiosi matematici italiani e stranieri consta di 784 unità ed è stato donato alla Biblioteca universitaria di Genova nel 1925 dal prof. Gino Loria. L'arco cronologico del carteggio è 1837-1904.

Biblioteca nazionale Marciana - Venezia

Raccolta di materiali cartografici e grafici, manoscritti e a stampa datati tra il XV e il XIX secolo. Si tratta di una delle collezioni più interessanti relativamente a tale genere di materiali e certamente anche uno delle più cospicue a livello internazionale.

Biblioteca Riccardiana - Firenze

I due cataloghi dei manoscritti arabici del Buonazia e di quelli greci del Fumagalli, non sono mai stati pubblicati e costituiscono un importante fonte d’informazioni per identificare i testi orientali e greci conservati in Riccardiana.

Biblioteca comunale Augusta - Perugia

Sono conservati gli elenchi di libri compilati dallo stesso Prospero Podiani, per definire la propria donazione di volumi che costituì il primo nucleo della nascente biblioteca pubblica perugina, e l'inventario più organico e completo redatto nel 1617 da Fulvio Mariottelli, incaricato di seguire le fasi di nascita della biblioteca.

Biblioteca Medicea Laurenziana - Firenze

 
Si tratta di 13 cataloghi redatti dal canonico laurenziano Angelo Maria Bandini, bibliotecario della Laurenziana dal 1757 al 1803. Essi contengono la descrizione dei manoscritti dei classici greci, latini e orientali provenienti dalle biblioteche signorili e degli ordini religiosi.

Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma

I tre volumi Catalogo topografico della biblioteca aracelitana di Roma (1/1-2) e Appendice di libri della Biblioteca eborense non registrati nel vecchio catalogo. 1884, (1/3), fanno parte della raccolta Antichi cataloghi della Biblioteca nazionale centrale di Roma. Il fondo è costituito da 57 manoscritti, per la gran parte cataloghi di biblioteche conventuali e alcuni anche di raccolte private, non tutti identificati.

Biblioteca universitaria - Napoli

La raccolta contiene numerosi giornali risorgimentali stampati prevalentemente a Napoli negli anni a cavallo dell'Unità posseduti dalla Biblioteca universitaria di Napoli. Si tratta di giornaletti di pochi pagine, espressione di gruppi di intellettuali politicamente impegnati e in cui prevaleva la satira poltica e di costume. Oltre ai periodici sono stati digitalizzati alcuni fogli volanti relativi al processo unitario.

Biblioteca medica Mario Segale - Genova

Dal Fondo di Pietro Francesco Pizzorno (1709-1789), Lettore di teoria medica nelle Scuole del Venerabile Ospitale di Pammatone, raccolta di testi del Cinquecento, Seicento e Settecento di carattere religioso, giuridico e medico.

Biblioteca universitaria - Napoli

La collezione delle 137 Cinquecentine napoletane della Biblioteca universitaria di Napoli è un nucleo delle circa 5.000 possedute, rappresentativo di una realtà culturale e tipografica complessa, ma molto dinamica, che risale già al secolo precedente con le prime edizioni a stampa.

Biblioteca statale del Monumento nazionale - Badia di Cava de' Tirreni (SA)

La biblioteca che risale al secolo XI possiede, tra le sue collezioni, 65 codici membranacei che sono qui riprodotti in formato digitale e rappresentano le opere più antiche possedute dalla biblioteca.

Biblioteca nazionale Braidense - Milano

I manoscritti digitalizzati dalle raccolte Braidensi sono stati scelti tra quelli più importanti provenienti dai fondi costitutivi della Biblioteca: Daniele Castiglioni, Carlo Pertusati, Carlo Firmian e Paolo Gerli.

Biblioteca del Castello del Buonconsiglio – Monumenti e Collezioni provinciali - Trento

A Trento è conservata una collezione unica al mondo. I sette codici musicali trentini del Quattrocento sono la più vasta collezione esistente di composizioni musicali polifoniche del XV secolo.

Biblioteca del Conservatorio di musica S. Pietro a Majella - Napoli

Il ricchissimo patrimonio di autografi costituisce uno dei principali vanti della Biblioteca del Conservatorio San Pietro a Majella, comprendente capolavori della scuola napoletana del Settecento quali Il matrimonio segreto di Cimarosa, ecc. e arricchita ulteriormente ancora nel corso del Novecento da compositori napoletani.